• seguici su facebook

  • ISCRIVITI ADESSO

  • Visitatori n.

    • 47,499 risultati
  • IBAN per BONIFICI:

    IT60T0200813313000011130591

  • CORSI in palestra

    MINIVOLLEY
  • IL CALENDARIO 2017

    Sfoglia il nostro CALENDARIO 2017

  • CENTRO ESTIVO 2017

    3484120421
    Senza pranzo: arrivo 7:30 (orario flessibile) uscita 13/13:30
    Con il pranzo: arrivo 7:30 (orario flessibile) uscita 15:30/16:00

    Sulla SS16 all'altezza di Fosso Sejore prendere per Camping Marinella, fate il sottopasso della ferrovia e girate a destra, dopo 200 metri davanti a voi vedrete il rist. Bagnacciuga.
    Entrate nel parcheggio alle spalle del ristorante perché siete arrivati.!
  • DAL 12 GIUGNO ’17

    COLONIA MARINA ESTIVA ,per bambini dai 3 ai 13 anni, divisi per età
  • IN LINGUA INGLESE

    attività estiva in lingua inglese per bambini 6/13 anni
  • Sfoglia l’album

  • 6-7 MAGGIO ’17

    competizione di micro e mini volley aperta a tutte le società di Pesaro
  • PER I VOSTRI BIMBI

    Ricette che voi mamme preparate per i vostri figli
  • PROMO VIDEO CLIP

    Campus marino estivo, perché no.?
  • con il patrocinio

    Comune Fano

  • con il patrocinio

    Provincia PU

  • con il patrocinio

    Comune di Pesaro

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere le notifiche di nuovi articoli via e-mail

    Segui assieme ad altri 1.357 follower

  • CLICCA & GUARDA

    VIDEO CLIP
  • CORSI di PALLAVOLO

    cell. 3484120421
    Palestra Carducci Vecchia:
    Lunedì 16:45/18:00
    Giovedì 15:45/17:30
    corsi Micro e Minivolley 6>12 anni

    Martedì e Venerdì 15:30/16:45
    corso TATA-Volley 3>5 anni

    L'ingresso della palestra Carducci vecchia è all'angolo di via XI Febbraio, poco prima del mercato del pesce.

    Palestra in v. Largo Baccelli:
    Martedì 21:30/23:00
    corso "mAmmAVolley"

    La palestra è quella davanti al negozio di giocattoli Tip-Top
  • PUNTOESCUDO BEACH GAMES

  • La Nella Beach

    Sede del Campus marino

  • Il Ristorante

    specialità di mare

  • mAmmAVolley 2016


    info@escudovolley.itDisegnalo o Scrivilo e spediscilo!

    MINI VOLLEY


    info@escudovolley.itDisegnalo o Scrivilo e spediscilo!

    T-SHIRT CAMPUS


    info@escudovolley.itDisegnalo o Scrivilo e spediscilo!

  • HAI UN’IDEA?

    SAREMO FELICI D'INSERE LA TUA PROPOSTA TRA LE ATTIVITA' IN PROGRAMMA scrivici su: info@escudovolley.it
  • VIDEO BEACH GAMES

I loro Diritti 


Nel 1992 a Ginevra sono stati scritti i diritti che i bambini hanno nel fare sport.
LA CARTA DEI DIRITTI DEI BAMBINI NELLO SPORT:

1. Diritto di fare dello sport: ciò vuol dire che se un ragazzo desidera avvicinarsi alla disciplina sportiva di sua scelta, l’adulto non può negargli questa possibilità, ma deve offrire al giovane le condizioni che più si adattano al suo livello. 


2. Diritto di divertirsi e di giocare: si tratta di rispettare il modo in cui si gioca a questa età, dove si inventano magari regole personali di gioco, tanto per cambiare, dove i ritmi di lavoro sono diversi, dove si è spesso alla ricerca dell’aspetto ludico. Sovente quando un ragazzo abbandona lo sport lo attribuisce alla troppa serietà dell’ambiente sportivo e alla noia che prova durante gli allenamenti. 

 
3. Diritto di beneficiare di un ambiente sano: oggi, nello sport di competizione, la lotta al doping e la promozione del fair play sono obiettivi comuni alla grande maggioranza delle federazioni sportive. Questi sono comportamenti che si imparano da giovani e che un ambiente sportivo “sano” deve insegnare. 

 
4. Diritto di essere trattato con dignità: il ragazzo non è un essere inferiore e l’autorità non è quella dell’adulto che urla, punisce, minaccia. Lo sport a livello giovanile non dovrebbe essere fonte di frustrazione e di delusione ma di piacere e di progresso e spetta dunque all’adulto creare le condizioni favorevoli all’ottenimento di questi obiettivi.

 
5. Diritto di essere accompagnato e allenato da persone competenti a seguire allenamenti adatti alle proprie possibilità: bisogna riconoscere che chi si occupa di giovani lo fa investendo tempo e volontà, sovente senza domandare nulla in compenso; ciò non toglie tuttavia che egli debba formarsi, conoscere i principi dello sviluppo fisiologico e psicologico onde evitare grossolani errori. 

 
6. Diritto di misurarsi con giovani di pari forza: è senz’altro interessante per il giovane imparare a gestire l’insuccesso nello sport; tuttavia, se egli viene costantemente messo a confronto con avversari che non hanno le sue stesse probabilità di successo, la sua esperienza potrà essere quella di sentirsi impotente o di sentirsi imbattibile, ciò che non è molto utile dal punto di vista educativo.

 
7. Diritto di partecipare a competizioni adatte: esistono esempi positivi di come si possa rispettare questo diritto. In molti sport infatti si sono introdotte competizioni specialmente rivolte ai giovani (mini-volley, mini- basket, mini-calcio, ecc…) gare dunque più consone alle caratteristiche spazio temporali del bambino e del ragazzo.

 
8. Diritto di praticare il proprio sport nel pieno rispetto delle norme di sicurezza: troppo spesso incidenti evitabili o lesioni da sovraccarico accadono in allenamento a causa di negligenze dell’adulto. 

 
9. Diritto di disporre del sufficiente tempo di riposo: ciò significa proporre un programma di allenamento ben equilibrato e che consenta momenti di recupero. Questo vuol dire anche che nei periodi di congedo scolastico l’allenatore rispetta la necessità di riposare oltre la mente anche il fisico e non impone una quantità eccessiva di allenamento.

 
10. Diritto di non essere un campione: il ragazzo va considerato non solo in virtù di una buona competenza sportiva e di una qualsiasi eccellenza dei suoi risultati, ma anche e soprattutto con i suoi limiti e la sua inesperienza. Ma ha anche diritto di essere un campione, se il giovane ne ha il talento e la voglia, a condizione che non serva unicamente ad appagare l’ambizione dei genitori, degli allenatori o dei dirigenti.


Tutto il resto è Gioco.!

.
ESCUDO Asd  – Tel. 3484120421 

The best activities for children.!”

Passioni che uniscono 


Competizione “Attacco al Centro 2017”
🏐  Ciao Genitori.!
Oggi è iniziato il nostro torneo di mini e micro volley dal titolo “Attacco al Centro“, ispirato ai valori che, nel 1992 a Ginevra, dettero vita alla Carta dei diritti dei bambini nello Sport

Alle 15:30 ci siamo ritrovati in palestra e una volta pronti abbiamo iniziato a giocare.
In questa prima giornata abbiamo ospitato le squadre della Blu Volley e tutti hanno giocato più partite.

I genitori che sono rimasti a guardare hanno sostenuto i loro piccoli atleti e riempito gli smartphone di foto. 

Nei due schieramenti sono stati in molti ad essere assenti a causa dell’influenza e a loro va un pensiero di pronta guarigione. 

Grazie di cuore allo Staff e allo  spirito di collaborazione messo in campo.

È stata l’occasione per rincontrare  gli amici, per dare il via al nuovo percosso di incontri che si concluderà il 6 e 7 maggio con l’evento n Piazza del Popolo a Pesaro. 

Queste alcune delle foto di oggi:





Stay tuned….

ESCUDO Asd 

The best activities for children

🏐🏐🏐🏐🏐

IL MAGICO MONDO DELLA PALLAVOLO


L’articolo di oggi lo dedico allo sport! Non ricordo se ve l’ho già detto, ma adoro lo sport, ho giocato per ben 10 anni a pallavolo, dalla 5° elementare alle superiori, ho scalato il mondo delle under, fino a raggiungere l’under 16 per poi passare alle divisioni. Per la precisione ero alzatrice, un ruolo non troppo semplice, la colpa è sempre dell’alzatore.!   

Ora Sara ha appeso le ginocchiere al chiodo, ma chissà, forse un giorno le staccherà.






LA PALLAVOLO, DIVERTIMENTO E SPIRITO DI SQUADRA

Lo sport è fondamentale sia per i bambini che per gli adulti, lo sport è divertimento e relax. Io come penso molti di voi amo gli sport di squadra, ci si diverte, ci si allena e soprattutto si fa gruppo! Anche e soprattutto con le sconfitte! E io ne so qualcosa, in 10 anni abbiamo sempre sfiorato il podio ma non siamo mai riuscite a raggiungerlo. Gli allenamenti sono ovviamente creati su misura, in base all’età e al ruolo, gli esercizi e le ore di allenamento cambiano.

Escudo volley per esempio organizza i primi corsi per bambini di 3, 4, 5 anni. Questi corsi hanno come obiettivo quello di creare uno stile di vita sano e di avvicinare i bambini alla pallavolo con semplici esercizi all’insegna del divertimento. 

Per i bambini dai 6 ai 10 anni invece ci sono il micro e il minivolley, ricordo bene quando prima dei nostri allenamenti c’era il minivolley, puro divertimento, con qualche base per iniziare a giocare a pallavolo, ma nulla di impegnativo! 

Tra le iniziative molto carine che organizza dalla Escudo Asd vi è il mAmmAVolley, non ne avevo mai sentito parlare, ma ammetto che è un’iniziativa davvero molto bella per tutte quelle mAmme che amano lo sport e ed in particolare la pallavolo, che vogliono dedicarsi un po’ a loro stesse. 

Un appuntamento serale dedicato a tutte le mAmme .!
Lo sport fa bene, rilassa e mantiene in forma, scrivendo questo articolo mi sta venendo un po’ di nostalgia. Il non avere tempo è solo una scusa, il tempo se lo si vuole veramente lo si trova, è solo questione di rimettersi in gioco! 

Come fare? Semplice, iscrivetevi senza pensare troppo, vedrete, non ve ne pentirete

​​

Tra le iniziative molto particolari che mette in campo Escudo volley di c’è la seconda edizione di “Attacco al Centro” che attraverso una giornata di sport e divertimento vuole ricordare i valori che stanno alla base della carta dei diritti dei bambini nello Sport. 

Lo sport deve essere un divertimento, non solo per loro ma anche per tutti noi. Divertirsi è alla base dello stare bene. 

Dunque se ami fare Sport, se vuoi trasmettere dei veri valori ai tuoi bambini, la pallavolo potrebbe essere lo sport che fa per voi.
 

__________________________________________________

L’articolo di Sara Carboni – Blogger e Copywriter è su: https://saracarboni.it/mondo-magico-della-pallavolo/

Web: https://saracarboni.it

*

 
🏐 Utili informazioni sono nel sito http://www.escudovolley.it
 
🏐 Rispondiamo al numero 3484120421 anche SMS e WhatsApp
 

🏐 Su Facebook: https://www.facebook.com/pages/Escudo-Asd/125343150865777 

L’impegno della Lega del Filo d’Oro


La Lega del Filo d’Oro è una ONLUS che si è posta, come compito primario l’assistenza, l’educazione, la riabilitazione, il recupero ed il reinserimento di bambini, giovani e adulti sordociechi, pluriminorati psicosensoriali o affetti da malattie rare. Fondata nel 1964 da Sabina Santilli e un gruppo di volontari ad Osimo, in provincia di Ancona , sono oggi aperte altre sedi in 8 regioni d’Italia, in città come Padova, Roma e Napoli. La Lega ha ormai 50 anni di attività alle sue spalle, durante i quali ha aiutato moltissime persone sordocieche e le loro famiglie, creando quel “filo prezioso che unisce le persone sordocieche con il resto del mondo”.

La sordocecità

Con sordocecità si intende la perdita parziale o totale della vista e dell’udito, condizione che può rendere impossibile lo svolgimento di funzioni quotidiane come lo spostarsi in casa e il comunicare con gli altri. Secondo i dati della ricerca svolta insieme all’ISTAT, le persone sordocieche in Italia sono 189 mila, tra cui bambini e adulti che necessitano un costante aiuto per non rimanere nella solitudine che spesso è portata dalla loro condizione.

lega-filo-doro

A volte, oltre ai deficit uditivi e visivi, possono presentarsi altre minorazioni come malformazioni scheletriche, difficoltà motorie e insufficienze cognitive, ed è proprio in questi casi che le persone hanno più bisogno del sostegno della Lega del Filo D’Oro, che diventa un vero e proprio punto di riferimento per queste persone.

L’Aiuto della Lega del Filo D’Oro

La comunicazione è una parte fondamentale della vita di ognuno di noi. Comunicare, infatti non si riduce solamente all’azione di parlare, ma comprende tutta la rete di socializzazione che è intrinseca nella comunicazione stessa, anche se è volte è difficile rendersene conto. Nel corso degli anni, la lega sviluppato un preciso legame interno tra i diversi ambiti di intervento e tra le attività svolte dall’ampio numero di educatori, operatori, staff medico e volontari che fanno parte dell’Associazione.
logo_lega_filo_doroIl primo passo che le persone sordocieche affrontano alla Lega del Filo d’Oro è la diagnosi funzionale, eseguita dall’equipe multidisciplinare del Centro Diagnostico di Osimo, durante la quale vengono valutate su più livelli le abilità, le potenzialità e le caratteristiche della persona. Questo con lo scopo di sviluppare percorsi di riabilitazione personalizzati e definiti in base alle esigenze e all’età, da poi attuare nel Centri di Riabilitazione o all’interno di altre strutture di riferimento.

 

Progetti e Volontariato

La Lega del Filo d’Oro ha molte iniziative per il suo presente ma soprattutto per il futuro, in quanto le richieste di aiuto aumentano di anno in anno e i casi di cui si occupa sono sempre più gravi, ma grazie all’aiuto della Lega del Filo d’Oro, le persone con queste problematiche hanno di anno in anno un’aspettativa di vita maggiore.

lega-filo

Aiutare le persone sordocieche sarà più facile dopo l’apertura del Nuovo Centro Nazionale, che sarà la nuova sede della Lega del Filo d’Oro, destinata a diventare uno dei centri più all’avanguardia d’Europa. L’obiettivo è quello di riunire in un solo luogo tutti i servizi, gli ambulatori, gli uffici e le residenze che attualmente sono distribuite nel territorio di Osimo.
Molte sono le cose che si possono fare per sostenere le attività della Lega del Filo d’Oro. Il solo ruolo del volontario è un aspetto chiave: si può lavorare direttamente con le persone sordocieche, far loro da accompagnatori o essere coinvolti in attività culturali e lucrative, ma anche solamente sostenere gli eventi della Lega partecipando agli eventi, raccogliendo fondi e organizzando mostre e spettacoli.

Le persone sordocieche, più di tutto, hanno bisogno di uscire dalla loro situazione di isolamento ed essere aiutate e sostenute da ONLUS come la Lega del Filo d’Oro per essere parte integrante e attiva della società.

 

 

(Articolo di Sara CarboniBlogger e Copywriter
web: https://saracarboni.it)

FESTA DELLO SPORT E DELLA SOLIDARIETA


Riportiamo integralmente l’invito rivolto al mondo dello Sport al fine di partecipare numerosi a questo evento.
FESTA DELLO SPORT E DELLA SOLIDARIETA
29 NOVEMBRE 2016 

PALAS – V.LE DEI PARTIGIANI – PESARO 
Pesaro è Città Europea dello sport 2017
Dopo l’investitura ufficiale ricevuta a Roma l’8 novembre scorso al Salone d’Onore del Coni davanti al Presidente Giovanni Malagò e quella appena ritirata al Parlamento Europeo di Bruxelles, è arrivato il momento di festeggiare con i veri protagonisti di questo prestigioso traguardo: le società e le associazioni sportive, gli atleti di tutte le discipline e il popolo pesarese dello sport .
Ritroviamoci insieme martedì 29 novembre alle ore 19 in Piazza del Popolo. Sfileremo in corteo accompagnati dalla Banda di Candelara lungo Via Rossini e Via Marsala per arrivare al “vecchio” Palas di Viale dei Partigiani, simbolo della nostra tradizione sportiva. 

Qui il Sindaco Matteo Ricci e l’Assessore Mila Della Dora consegneranno a ciascuna società il gagliardetto ufficiale di “Pesaro Città Europea dello sport 2017“ ricevendo in cambio un simbolo rappresentativo della società (maglia, divisa, gadget ecc.). 

Tutti i partecipanti saranno premiati con la medaglia celebrativa “We Pesaro Città Europea dello sport 2017”.
Al termine delle celebrazioni, “mettiamo in campo” quei valori di squadra fatti di solidarietà, impegno sociale e condivisione e dimostriamo la nostra vicinanza alle popolazioni marchigiane colpite dai recenti terremoti di agosto e ottobre, partecipando alla cena di beneficenza che si svolgerà all’interno del Palas stesso.
Tutti coloro che vorranno essere presenti alla cena potranno effettuare una donazione di euro 10,00 presso NUOVA BANCA DELLE MARCHE ( Agenzia C.so XI Settembre n. 22 – IBAN IT85U0605513310000000031485) indicando in causale: DONAZIONE FESTA PESARO CITTA’ EUROPEA DELLO SPORT.

I proventi saranno devoluti al Comune di Ussita.
Vi chiediamo di dare conferma per la cena entro lunedì 28 novembre, inviando la ricevuta di pagamento alla seguente mail: sport@comune.pesaro.pu.it   indicando altresì il vostro referente organizzativo per eventuali comunicazioni. 

Ai primi 450 che effettueranno la donazione sarà riservato il posto ai tavoli del parterre, per i restanti saranno a disposizione le tribune del Palas.
Vi aspettiamo tutti!
                                                                                      La Dirigente Servizio Risorse e Sviluppo

                                                                                                     Dott.ssa Paola Nonni

_________________________

ESCUDO ASD – Insieme per lo Sport

http://www.escudovolley.it 

cell. 348 4120421

Collabori con noi.? 


“Desidero sottoporre alla Vostra  cortese attenzione il mio curriculum vitae in quanto interessato a collaborare con la vostra Associazione. Come avrete modo leggere ho maturato esperienza nel settore collaborando con…(omissis) e, nel mio percorso formativo, ho frequentato corsi di specializzazione presso strutture qualificate. Mi considero una persona motivata, intraprendente, flessibile, dinamica, affidabile. Sono abituato/a ad interagire con gli altri e mi ritengo portata/o al lavoro in team. Precisione, serietà, entusiasmo, professionalità, sono le mie qualità principali. Rimango in attesa di un Vostro cortese riscontro e porgo i miei più distinti saluti.”

Più o meno iniziano così le mail di candidatura che stanno arrivando e dai curriculum ricevuti la gran parte delle candidature è da tenere in dovuta considerazione. 

 


Cosa può offrire la nostra Associazione.?
 

Quale opportunità di collaborazione rappresenta.?

Educatrice/Educatore 

Allenatrice/Allenatore

Animatrice/Animatore 

altre mansioni.! 

La ESCUDO Asd è l’Associazione Sportiva Dilettantistica che a Pesaro svolge attività di minivolley da SETTEMBRE a MAGGIO, in gruppi misti:
TATA VOLLEY dai 3 ai 5 anni: il divertente Percorso propedeutico alla Pallavolo, con tante attività e giochi per sviluppare il coordinamento e le più diverse abilità motorie.

MICRO VOLLEY da 6 a 8 anni e MINI VOLLEY da 9 a 12 : le proposte didattiche sono molteplici e si sviluppano spaziando da attività percettive, alla sperimentazione di schemi e concetti spazio-temporali, padroneggiando schemi motori statici e dinamici, stimolando l’orientamento nello spazio, la coordinazione oculomanuale. Anche accrescere la lateralizzazione e completare la spontanea presa di coscienza del proprio schema corporeo, la reversibilità sia spaziale che di pensiero.

All’inizio del mese di MAGGIO organizza la competizione non agonistica “Attacca o al Centro” alla quale partecipano le società di minivolley di Pesaro e le scuole.
Quando a GIUGNO chiudono le scuole iniziano le attività di Campus marino estivo, che da sempre si svolge direttamente sulla spiaggia fornendo tante occasioni di divertimento e svariate attività.

Per le mamme c’è spazio per incontrarsi e per giocare con mAmmAVolley, il martedì e il giovedì dalle ore 21:00 allenate da Giulia, e quest’anno sono davvero motivate. 

Da gennaio saremo tutti protagonisti della seconda edizione della competizione ‘Attacco al Centro‘, il torneo non agonistico della Escudo Asd, durante il quale incontreremo le altre società sportive della nostra città e gli alunni delle scuole.(https://www.facebook.com/minivolley.pesaro/posts/1226847404048674)

La nostra palestra di riferimento per le attività giovanili di MINI, MICRO e TATA Volley è la palestra Carducci Vecchia all’inizio di Via 11 Febbraio (affianco al mercato del pesce). 

Le attività amatoriali del gruppo mAmmAVolley si svolgono nella palestra di Via Largo Baccelli.
Altri gruppi si stanno avviando nella palestra della scuola Carducci (Carducci Nuova).

🏐 Utili informazioni sono nel sito http://www.escudovolley.it

🏐 Rispondiamo al numero 3484120421 anche SMS e WhatsApp

 
🏐 Su Facebook: https://www.facebook.com/pages/Escudo-Asd/125343150865777

L’attesa conferma – find themselves


La sincera passione per la pallavolo ma anche la voglia di far parte di un gruppo non agonistico che ben prepara ed insegna sono la fantastica conferma del lavoro che si sta facendo per il nutrito gruppo di MINI Volley (2004/2008) e per i piccoli atleti del MICRO Volley (2009/2010).


L’attenzione ad incentivare il GIOCO utile allo sviluppo dei bambini, al fine di contribuire alla loro CRESCITA PSICOLOGICA, aumentando la FIDUCIA nelle loro capacità e facendo emergere i DIVERSI TALENTI

Queste sono le nostre priorità messe in campo semplicemente, in pratica, in un ambiente fatto di apertura, competenza, positività e coinvolgimento.

Le proposte didattiche sono molteplici e si sviluppano spaziando da attività percettive, alla sperimentazione di schemi e concetti spazio-temporali, padroneggiando schemi motori statici e dinamici, stimolando l’orientamento nello spazio, la coordinazione oculomanuale

.

Anche accrescere la lateralizzazione e completare la spontanea presa di coscienza del proprio schema corporeo, la reversibilità sia spaziale che di pensiero (per approfondire: http://www.lucamazzotta.it/reversibilita) sono obiettivi che rientrano nel programma di attività sportive 2016/17. 


In definitiva i vostri bambini giocheranno a pallavolo perché favorisce la socializzazione, insegna il rispetto delle regole di gioco e la disciplina, accresce l’insieme delle abilità motorie scaricando le energie in eccesso.

C’è solo da augurarsi che tanto interesse verso lo Sport nella città che ha ottenuto il riconoscimento di “Città europea dello Sport 2017” (bravo Matteo Ricci) trovi come corrispettivo anche un adeguato e pratico impegno sociale e politico in termini di creazione di spazi e di infrastrutture sempre più consone alle esigenze dei bambini.

Su questo la nostra città sembra andare nella giusta direzione…(http://www.comune.pesaro.pu.it)


Ft

Escudo Volley Pesaro – www.escudovolley.it

FB.: Escudo asd

tel. 348 4120 421

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: